Storie

L’uomo e il mare

Sto seduta ad un tavolino prospiciente il mare , guardando  un pezzetto di Capri visibile oltre San Costanzo, con il cielo che man mano, dopo una pioggia improvvisa, sta indossando il suo abito migliore tra sfumature di grigio e rosa condite dalla luce di un sole ormai al tramonto dietro la montagna. Voltandomi, su una sedia vicina scorgo un panama. “Mariella-dico-qualcuno ha dimenticato un cappello”. “Signora Matelda, non c’è nessuno qui … ora lo metto all’ingresso: forse qualcuno lo reclamerà”. Ma , nell’aria, stranamente sento un profumo antico e dolce e non è il mare e non è la presenza di altri. Nel crepuscolo, mio marito parla con un pescatore tra la ghiaia e la riva e, sulla palafitta ,tra tavoli pronti per la sera e tovagliato  fresco di bucato, nulla mi indica la provenienza del profumo. Necessità di riposo e di ricordi, questo sarà, penso. E mentre penso, arriva una persona anziana e salutandomi, mi chiede di poter sedere al mio tavolo: sono contenta di rivederla, quasi mi commuovo.  “Signurì, nun è comm ‘e na vota . Io me ricordo ancora quann vostro padre ve purtav peccerella cà. E vuje vu ricurdate ‘o principe Pupetto? Lasciava sempr mille lire al cameriere e con vostro padre parlavano ‘e caccia, d’e barche, ‘e venevano grandi signori da Capri che tenevano là la casa. E quann sbarcav l’attore dall’isola…e comm’era perucchiuse, l’attore! Signurì ,eran ati tiemp…ata gente. Mo’ ce stann tropp perucchie sagliute. Che brutta gente! Me fa piacere che site venute…sumigliate assaje a mammà vostra e che signora che era mammà vostra!” E le si riempiono gli occhi di lacrime ma anche i miei, si alza e,dopo saluti e abbracci, chiama il nipote per tornare a casa.Tante cose sono cambiate quaggiù ed altrove. Soprattutto è cambiato l’animo della gente, la qualità della gente:che siano dell’alta società o del popolo. E’ già sera. Qualcuno entra per cenare. Dico a questo ragazzo, ormai chef rinomato, che verrò più tardi e mi riservasse cortesemente il tavolo. Mio marito continua il suo chiacchiericcio ed io penso ad un uomo che tanti e tanti anni fa mi portava su questa spiaggia , al suo panama, ai suoi vestiti sartoriali di lino irlandese , alle sue storie raccontatemi a mezza voce per non farsi sentire da mamma per la quale il silenzio era sempre d’oro e che pensava fosse indecoroso parlare  di altri anche sotto forma di battuta. E così, invece,  conoscevo storie e storielle di questi luoghi benedetti dalla Natura in cui il Padreterno o chi per lui ha immesso ogni bellezza. Lui era divertente e con la battuta pronta  ma sapeva essere anche severo e categorico. Ci diceva sempre:”In qualsiasi momento della vostra vita vita, ricordate chi siete e che, se agirete male,  potreste perdere per sempre faccia e dignità.” E poi arrivavano i soliti esempi positivi di familiari antichi ed attuali seguiti da esempi da non seguire . Il rispetto per gli altri era la prima cosa e il non portare rancore e cercare di non provare invidia(-principio di ogni male-diceva mia madre). Ora ,purtroppo, in tanti hanno perso il senso della misura e dell’educazione civica e sentimentale ma ora la brezza mi ha portato di nuovo il senso di quel profumo antico e dolce ed è tornato un senso di pace; delle alici passano a qualche metro da riva ed illuminano il mare intorno, barche di pescatori che vanno e panfili in rada. Ormai il piccolo borgo è illuminato, ormai sta arrivando  gente per la sera. I ristoranti iniziano a riempirsi. Viene uno del personale di sala e mi dice che la ristoratrice ha voluto mettere un personaggio famoso al tavolo accanto al nostro. Ringrazio ma preferirei un luogo più appartato ma so che offenderei loro, la loro gentilezza. Non sono una vip ma siamo figli di ‘gente antica’ come diceva mia madre, mostrandoci foto, ritratti e parlandoci di fatti antichi:”Voi siete anche tutto questo. Rispetto, condivisione, amore per il vostro prossimo, onestà, distacco da chi non merita senza mai alzare toni , mai ripagando con la stessa moneta ma con superiore distacco. Siate sempre tutto questo”. Sareste vissuti male oggi… Oggi è un mondo un po’ capovolto… Intanto stiamo a tavola, vicino a noi , in mise informale , l’ufficiale e gentiluomo della mia adolescenza . Ed è lui che ci saluta con educazione insieme ai suoi amici. Scambio qualche chiacchiera in un inglese sbilenco :è una persona umile ed affascinante e ridono alle battute di Silvio e diventa quasi un solo tavolo, il nostro ed il loro. Ci mostra la foto del figlio, gli mostro la foto di mia figlia.”Beautiful-dice-very very beautiful”. Poi mi scruta e,  nel suo americano curato, mi dice”Non fai foto?” “No-gli rispondo-è meglio mantenere le persone nel cuore. Voglio ostentare questa bella conoscenza con le parole e in me”. Ci guarda,sorride e scarabocchia un numero su di un biglietto:il suo numero di cell, ci fa promettere di rivederci , ci abbraccia e dice in Inglese:”L’armonia dell’Universo è in voi”. “Anche in te”dico io. Gli lasciamo i nostri biglietti da visita e lui li porta sul cuore prima di riporli in un portafoglio. Più in là, altri vip spocchiosi…ma questa è un’altra storia…ed è gente che non c’interessa. Andando via, chiedo se qualcuno ha reclamato il panama e mi dicono che qualcuno l’ha preso ma non sanno chi. Sorrido…un ultimo sguardo al mare e di nuovo il profumo che viene da chissà dove… Mi addormento in auto e sogno  che nei posti dietro ci sia qualcuno che mi dice qualcosa che non capisco. Mi sveglio di soprassalto; dietro non c’è nessuno ma sto  in tempo per vedere Capri completamente illuminata oltre il mare, la costa , le colline e Napoli lontana…e ripenso  ai nostri princìpi, alle nostre storie. “Noi fummo i Gattopardi, i Leoni; quelli che ci sostituiranno saranno gli sciacalletti, le iene; e tutti quanti Gattopardi, sciacalli e pecore continueremo a crederci il sale della terra”. Tutto vero ma la vera,grande bellezza è  per pochi che hanno intelletto e amore.

Annunci
Standard
Senza categoria

Festa di maggio

Non ho mai voluto celebrare una festa della mamma all’insegna di un mero consumismo o di frasi mielose e di circostanza.Per me è sempre stato importante la qualità dei rapporti umani aldilà delle apparenze e delle occasioni.Nella mente,ora, il ricordo di una persona che andò via proprio alla vigilia di questa festa mentre tutt’intorno sorrideva una primavera calda e,all’imbrunire,Venere era lì su splendente come adesso.Non so nulla dei misteri dell’Esistenza,non so se siamo solo destinati ad essere energia cosmica oltre la vita che conosciamo o se vi sarà un’esistenza parallela a questa ,come vorremmo che fosse.La filosofia,la scienza non danno certezze o risposte e stasera ho molte meno certezze di un tempo e più malinconie,tristezze e rimpianti:sarà l’effetto degli anni che passano .Oggi spesso mi manca quella telefonata del mattino ed un punto di riferimento che donava un’  inconscia sicurezza e che in sè aveva le mie radici e parte della mia storia.L’orizzonte ha colori magnifici stasera,nel dopo tramonto…e Venere è lassù,splendida nella sua migliore veste argentea:una goccia luccicante e magnifica di relativa eternità in un mondo così cadùco.

Standard
Senza categoria

ELEZIONI E DINTORNI

Un mio pensiero sulle prossime elezioni e poi chiudo sull’argomento.Credo che ci sia ignoranza politica enorme in giro :ad esempio,molti giovani non hanno alcuna ideologia e poca consapevolezza;nelle famiglie la politica è sinonimo di corruzione e o utile,nelle scuole se ne parla poco.Tra l’altro ci hanno disabituato a percepire la politica per quello che dovrebbe essere e cioè un servizio per il Popolo e quindi un conseguente buon governo.Molti,poi,sono abituati ad una certa e continua illegalità per cui un voto significa ‘do ut des’.Sono scettica su Di Maio per varie mie perplessità.Sicuramente non voterei il Berlusca(eticamente ed ideologicamente-per me-inaccettabile) ma neanche Renzi(vari errori ed ambiguità hanno contraddistinto il suo operato).Il mio voto andrà ad una nuova formazione di sinistra il cui logo tradotto in greco significa democrazia:Potere al popolo.Voglio crederci.È un partito e non un movimento politico,non è populista ,ha un programma definito,non ha legami con lobbies e grandi schieramenti e soprattutto è antifascista.Per quest’ultima cosa,sto osservando troppi rigurgiti di un passato da non far rinascere…ed addirittura c’è presenza ,tra le varie liste, di una formazione politica che ha dichiarato di avere radici ideologiche nel fascismo.Conoscendo un po’ la Storia,direi che oggi è un momento delicato per il futuro del Paese.Si deve votare ma informandosi e,poi ,possibilmente farsi un’idea propria sul tutto.Importante è votare:non esiste,come qualche grande schieramento sta dicendo, ‘il voto utile’.Esiste il voto dato da cittadini consapevoli.E che Dio ce la mandi buona!

Standard
Senza categoria

Il male

Il male ha vari aspetti:mancanza di etica,di rispetto,godere semplicemente del dolore altrui o nel provocare dolore ad altri.E poi c’è l’invidia,maledetta invidia:quella che fa scatenare ogni male,quella che fa diventare cattivi ,che fa compiere qualsiasi nefandezza per un malinteso senso della vita.E così può capitare di cercare di sminuire gli altri e ciò che sono o hanno,di riderne con scherno,di compiere male gratuito solo per il gusto di far pagare ad un altro la propria frustrazione di non-vita.Non pensiamo che fare del male sia solo uccidere.Ci sono modi molto più sottili di far del male.Basta una parolina lì,una là con le persone giuste,basta sminuire un regalo donato con affetto o portare zizzania in una coppia o in una famiglia,tra amici… così…per inadeguatezza,per invidia.Poi c’è il folle di turno che uccide un bambino,una donna:insomma si scaglia contro un essere più debole per sfogare rabbie accumulate,follia persecutoria e chissà cos’altro.Ogni malvagio crede che poi sarà impunito.Gli antichi credevano che ,oltre una giustizia umana che spesso non arriva, c’è un ordine universale che avrebbe sistemato tutto.Gli antichi lo chiamavano Nemesi ed era un’entità che ristabiliva ogni ordine ,facendo  pagare il male fatto con una sorta di contrapasso…e nè gli uomini nè gli dei potevano opporsi a lei.E così,secondo il mito, può accadere che chi compie male gratuitamente, si trovi prima o poi in baratri di vita oscura contrassegnata da desideri totalmente incompiuti o in  malesseri vari.Siamo circondati di oscuro male,oggi più di ieri ed ognuno di noi è impastato di luce ed oscurità:e,nell’oscurità,persone folli  si agitano come anime in pena in un limbo oscuro e rancoroso cercando di colpire chiunque attraversi la loro sterile vita…ma c’è Nemesi ? Io credo di averla vista in azione più volte:non so come,ma ho visto che il male si paga in vita.Non vogliamo credere in questa spiritualità del mondo?Bene…però dovremmo pensare più a far del  bene,dovremmo evitare invidie e malevolenze,follie,cercare di comprendere gli altri…dovremmo pensare al prossimo come a noi stessi,evitare di credere che il denaro e le apparenze siano lo scopo  dell’Esistenza e pensare che il vero fine ultimo sia solo l’Uomo.Solo così,senza l’odio ,corruttore di mente e corpo ,vivremmo meglio.Ecco:si dovrebbe cambiare sistema di vita.Forse saremmo tutti più sereni.Tutto qui.

Standard
Senza categoria

Lettere scritte a mano

Sarebbe potuta essere una letterina di auguri che già riceverla,in tempi di email ed auguri virtuali,è una rarità.Arriva da lontano,dall’altra parte di questo piccolo,grande Mondo.E’ di un cugino che vive negli States.Mi aspettavo i soliti auguri insieme ad una  foto di famiglia ed invece lui,avvocato per caso e giramondo per scelta,lui che s’incantava a guardare le nostre albe quando veniva in Italia e che nel suo Paese ha combattuto per i diritti civili non adeguandosi mai alla seppur opulenta quotidianità,lui che sembrava a tratti un sognatore,a tratti un abile uomo d’affari,lui mi ha fatto stringere il cuore e mi ha reso partecipe dell’inevitabile scorrere del tempo…ed il tempo è davvero passato:i ragazzi di trent’anni fa sono ormai maturi signori,io sono una matura signora e chissà cos’è stata questa vita che ha corso su anni veloci tra gioie,amarezze e dolori.E mi parla di sua madre ormai anziana e con qualche deficit neurologico:donna in gamba Theresa ,ex giudice federale bellissima ai suoi tempi ed ora anziana che aspetta figli lontani che le fanno visita di tanto in tanto,tristemente(credo)… e spero davvero che lei,intelligente e piena di vita,non si stia rendendo conto di solitudine e di ineluttabile decadenza.E lui mi dice che ormai è divorziato:ha trascorso i giorni di Natale con sua madre…i figli sono lontani e m’invita ad andare a casa sua:la casa è tanto grande e non c’è più nessuno …Ecco perchè viaggiavi in continuazione-penso-era per sfuggire alla solitudine dell’anima,era ed è per cercare qualcosa che non sta tra le quattro mura della tua città,del tuo ambito familiare.”Vieni-mi dici-la vita è breve.”E all’improvviso,non so perchè,mi sono sentita più vecchia e più angosciata.La vita è breve.E mentre leggo,mi rendo conto che in fondo al grande biglietto colorato,oltre la tua firma,c’è una scrittura diversa e malferma e non è la tua.”Auguri,Buon Natale a tutti”Theresa.Ed il cuore mi si stringe forte.Tra trenta,quarant’anni non ci sarà nulla di tutto questo.Le storie andranno perdute e così tante cose e non sapremo mai cosa resterà di noi ,delle nostre cose e dei nostri sentimenti positivi o negativi che siano.Verremo,forse in questo tuo paese così diverso dal mio  dove sei nato ma dove penso ti sia sempre sentito solo adottato:l’anima italiana la sento in te e negli altri della tua famiglia.Quell’anima che ancora ti fa scrivere un biglietto come forse non si usa più ma che mi ha riempito l’anima di una malinconica felicità.

Standard
Senza categoria

Sereno 2018!

E sia sereno e gioioso!E mentre  ti guardo leggere notizie su di un blog da uno smart e la tv gracchia,mi rendo conto di come sia assordante il silenzio di queste serate tanto che quasi rimpiango sere festive tra parenti ed amici molti dei quali per me non tanto simpatici.L’albero luccicoso con le sue cento decorazioni ammicca tra il balcone ed il muro.Alcune decorazioni sono vecchie,di vetro e belle,dalla forme più insolite che ricordano altre feste,altri luoghi:forse i luoghi dell’anima che oggi non hanno più una connotazione fisica ma solo mentale,tanto che non so fino a che punto li ho idealizzati in passato.Oggi sono apolide…non appartengo al luogo in cui vivo,non appartengo a luoghi in cui ho già vissuto.Sarà forse l’età che avanza inesorabile,ma queste feste sono sempre meno sentite e spesso sono sempre più ricche di malinconica tristezza.Sarebbe opportuno scrivere di amenità,che so,parlare del matrimonio fallito di Briatore…ma non ci riesco,non è da me.E tantomeno sopporto parlare di politica(esistono uomini politici così come intendevano gli antichi filosofi?).Tra pranzi,attimi di serena solitudine cercata,direi,e consapevolezza dell’ineluttabilità del corso della vita,domani è fine anno.E davvero chiuderò gli occhi ed i miei luoghi del cuore diverrano reali ed odierni e persone del passato e quelle concrete e presenti saranno qui a dirmi che il 2018 sarà l’anno più bello della mia esistenza .E così auguro a voi tutti che sia un gran bell’anno…chiudete gli occhi ed auguratevelo con tutte le vostre energie.Auguriamocelo!

Standard