riflessioni ed attualità

Cronache e riflessioni

A quel ragazzo che ha fatto massacrare i genitori a colpa d’ascia,a quello che ha massacrato l’ex con l’acido,a quello che ha dato fuoco alla sua ex…cortesemente,se un Giudice ha rispetto dell’Umanità e del Diritto,dia l’ergastolo,senza se e senza ma.Pene rigide e certe che non siano mai scontate,dopo qualche anno,per il cosiddetto pentimento o la cosiddetta buona condotta.Questa monnezza deve essere emarginata a vita…e non entrasse nel merito il ‘solito prete’ dei vip che parlava di recupero per quella famosa Erika che uccise madre e fratello.A proposito,in quest’ultimo caso,la galera anche a quella figura squallida del padre che ha ‘perdonato’ ed accolto la figlia delinquente a casa:indagate anche su di lui.Non me la conta giusta…In quale melma stiamo sprofondando?

Mi piaceVedi altre reazioni

Commenta

Standard
riflessioni ed attualità

Bilanci di fine festività

Le feste sono andate via come ogni passo della nostra esistenza.Tra luci gioiose(che sento sempre meno in me e negli altri),piccoli malesseri e maggiori consapevolezze di vita,abbiamo affrontato il quotidiano insieme a momenti di convivialità chiedendomi il senso di ogni cosa.Ogni tanto scruto questo cielo freddo e lontano,innamorandomi sempre più di Orione e della stella del mattino,ma anche interrogandomi sul perchè di tutto.In fondo ciò che vogliamo da questo Universo è solo vivere in tranquillità.Non è così per taluni.Dalla TV cinguetta una ragazzina che non sa come sia andare in metrò:ha un suo ‘driver’;non va a fare la spesa:ha chi la fa per lei;gira il mondo e dice che qualche suo amico lavora e guadagna 800000 euro al mese;porta scarpe da 1500 euro e sembra non avere anima.Non so perchè la Perego l’abbia invitata in TV:forse per mostrarci che esiste un’altra realtà,lontana anni luce dalla gente comune,dalle guerre e dalle miserie umane…o forse perchè certo pubblico vuole il sogno(da attuare se possibile)e questa parte di pubblico è quello che vuole ottenere denaro con poca fatica,compra vestiti,gioielli,scarpe,borse ed auto con infinite rate perchè vuol far parte di ‘questo sogno’…è lo stesso pubblico che applaude a Gianluca Vacchi che ha fatto della produzione video il suo secondo(od unico?) lavoro.Società fatua mentre ci stanno togliendo identità ,dignità e vivibilità…mentre il resto del mondo asservito dall’Occidente ricco e fatuo si sta ribellando nel modo più odioso(vedi terrorismo) e le grandi potenze distruggono paesi e vite come in un video game che ha come fine il controllo economico del Pianeta.In questa sera fredda,il cielo è sgombro di nubi:Orione è lì,davanti a me ed io penso troppo…alle piccinerie altrui,alle mie malinconie,alle cattiverie altrui a cui ho risposto a volte con rabbia e a volte con una comprensione simile alla misericordia.Non sono perfetta:ho tanti difetti,come tutti ,ma mi commuovo anche col canto di un pettirosso ed entro facilmente in empatia con i miei simili.Oggi è tempo di valutazioni e bilanci.Lo vogliono l’età e questo tempo invernale.Valutazioni:ed altre persone stanno scomparendo per sempre dal mio cuore e a cui riserverò sorrisi,saluti ipocriti ed un senso diffuso di compatimento,ma è anche vero che continuerò a combattere per il mio angolo di quiete,per coloro che amo e per me…e quando sto in questa modalità,affilo le unghie e metto in moto mente e cuore.Pay attention.

Standard
Riflessioni

Yule o solstizio o periodo del Natale

Stanotte è la notte più lunga dell’anno:il momento del grande buio .In questi giorni,in tutte le antiche civiltà, era festeggiata la nascita di un dio e costui era un dio amico dell’Umanità , portatore di gioia e del senso dell’immortalità dello spirito.In Egitto si festeggiava la nascita del dio Horo e il padre, Osiride, si credeva fosse nato nello stesso periodo; nel Messico pre-colombiano nasceva il dio Quetzalcoath e l’azteco Huitzilopochtli; Bacab nello Yucatan; il dio Bacco in Grecia, nonché Ercole e Adone o Adonis; il dio Freyr, figlio di Odino e di Freya, era festeggiato dalle genti del Nord; Zaratustra in Azerbaigian; Buddha, in Oriente; Krishna, in India; Scing-Shin in Cina; in Persia, si celebrava il dio guerriero Mithra, detto il Salvatore ed a Babilonia vedeva la luce il dio Tammuz, “Unico Figlio” della dea Istar, rappresentata col figlio divino fra le braccia e con, intorno al capo, un’aureola di dodici stelle…Oggi ci piace pensare che la notte e le sue angosce possano essere spazzate via dalle luci che illuminano un albero:segno di vita immortale e di una raffigurazione della nascita di un Dio in Terra.Per i Celti Yule, o Farlas, è insieme festa di morte, trasformazione e rinascita. Il Re Oscuro, il Vecchio Sole, muore e si trasforma nel Sole Bambino che rinasce dall’utero della Dea: all’alba la Grande Madre Terra dá alla luce il Sole Dio.
La Dea è la vita dentro la morte, perche’ anche se ora è vista come  regina del gelo e dell’oscuritá, mette al mondo il Figlio della Promessa grazie al  Sole suo amante, che la rifeconderá riportando calore e luce al suo regno. Anche se i più freddi giorni dell’inverno ancora devono venire, sappiamo che con la rinascita del sole, la primavera ritorna.Addobbare l’albero di Natale con le luci, accendendolo di mille riflessi, ricorda il rituale del grande falò dell’abete, che spesso si prolungava fino all’attuale festa della Befana. In alcune popolazioni europee, con il fuoco dell’abete, si bruciava simbolicamente le negatività del passato, e le streghe leggevano nel fuoco i presagi per il futuro.Comunque sia,non perdiamo la magia di questo periodo e pensiamo a quest’Universo parallelo magico come fosse realtà scientifica guardando il mondo con la mente sognante e gioiosa come quella di un bambino.Abbiamo bisogno, mai come ora,di attimi di sogno infantile.Buon Natale.
Standard
riflessioni ed attualità

Voto e quant’altro

Ma cosa c’è in ballo oltre una mera riforma costituzionale che si sarebbe pottuta discutere in un parlamento eletto e non ‘tecnico’ ?Perché evocare catastrofi ed eventi degni dell’Apocalisse se prevale il NO?Quali reali cambiamenti positivi,invece, riceverà il Popolo Italiano se prevarrà il SI?Per ora tanta gente è frastornata.Il presidente del consiglio sta promettendo mari e monti,soldi in più nella busta paga e sicurezza:comprerà così molti indecisi…e con il terrore di future catastrofi,coloro che sono già sfiduciati ed impauriti dall’attuale momento storico,sono preda facile del SI.Io ho una mia opinione.Voterò NO.Voi andate a votare,anzi:andiamo.In questo referendum varrà molto ogni singolo voto.Votiamo qualunque voto possiamo esprimere: è un nostro diritto ma anche un dovere.E spero vivamente che passi presto questa settimana!Nun se ne po’ cchiu’ !

Standard
riflessioni ed attualità

Caccia e cacciatori

Io sono contraria alla caccia perchè credo che non possa chiamarsi sport quello che permette il tiro a segno ad esseri viventi e non per scopi di sussistenza.Non sono vegetariana: mi cibo anche di carne e pesce ma faccio in modo che possa consumare carne quanto basta e che provenga non da quegli schifosi allevamenti intensivi dove l’animale vive in modo pessimo e mangia cibo pessimo aspettando la macellazione.Siamo onnivori,checchè ne dicano i vegani, ma Io credo che si debba avere rispetto della natura e delle sue creature:prendere solo il giusto necessario per la nostra vita come catena alimentare insegna.La caccia indiscriminata,invece, ha in sè qualcosa di sadico:non serve per procacciarsi cibo ma solo per gioire di aver colpito un esserino indifeso.Sparano a tutto ciò che vola:uccelli edibili e non ,protetti e non e a tutto ciò che intravedono tra i cespugli:sia cinghiale,lepre o uomo…basta che si spari…Un altro ibis è stato impallinato ma anche un cigno…vergognatevi…Parlando col vostro gergo:il cacciatore spara solo a prede che conosce e che sa che non sono nè protette nè immangiabili…e in misura contenuta.Voi siete solo poveracci con istinti sadici.Punto.

Standard
Senza categoria

Onde

Grande come il mare
ad onde
l’erba si muove ad un vento invernale
cambiando colore  e

ad onde
come onde del mare.
Vecchie canzoni

tristi

 monotone
antiche nenie irlandesi
spezzano il silenzio
di una campagna bagnata
e
nel movimento
l’immobilità dell’essere.
Il continuo cambiare
e persistere
dell’intera esistenza
in vecchie nenie
che cullano l’erba
come onde del mare.

Standard
Riflessioni

Silenziosi pensieri

E mentre parlo di Parmenide e dell’Essere infinito ,squilla il telefono:’Ti andrebbe di scrivere qualcosa per me?’Qualcosa?cosa?La scrittura deve uscire dall’anima,essere sentita,far diventare finita un’idea che in quanto tale ha infinito e spirito.’Non so-rispondo-ti faccio sapere’.In sottofondo una musica dolce ed antica che ispira la spiegazione della più alta forma di pensiero dell’antichità:la filosofia greca.Mi piace vedere lo sguardo interessato e stupìto di questa ragazza mentre le porgo,in modo semplicistico,un pensiero da comprendere,far proprio,elaborarlo per crearne il proprio .Un sorriso di uno di loro che si muta in fresca risata…contagiosa per tutti e,grazie ai  frizzi e lazzi detti sottovoce perchè mi siano incomprensibili,m’immetto nel loro mondo dove la gioia,se c’è,è totale e non c’è angoscia e dolore perchè l’età giovane è onnipotente e non c’è paura del futuro,anzi,il futuro è un meraviglioso puzzle da inventare ed a cui affidare sogni e speranze.E mi perdo nelle risate di Sabrina e di Antonio,nella contenuta allegria di Luigi e l’ingenua meraviglia di Mariagiovanna.Di là Sara ,chiusa nel suo mondo,chissà che sogna,chissà…Intanto ,per poco,mi rivedo ragazza e sorrido anch’io.Valentina mi racconta qualcosa della sua vita.Io ascolto ed intanto il tempo scorre…le mie angosce spariscono insieme al loro ultimo chiacchiericcio.Fuori imbrunisce.Resta il silenzio.Sfoglio le pagine di un giornale che finalmente posso leggere.Referendum,crisi,banche,guerre,le elezioni americane(poveri loro-gli yankees-,davvero per ragioni diversissime,non saprei chi scegliere tra i due candidati).Sfoglio pagine e leggo.Qualche vecchio amico ora scrive su giornali famosi,ne vedo la firma,ogni tanto lo incontro per strada,se torno nella città dove ho vissuto per ventun’anni.E’ un bravo giornalista,non eccellente ma bravo,come un altro comune amico:un grazie anche alle loro tessere di partito che io non ho mai voluto.Sono uno ‘spirito libero’,ribelle in modo costruttivo(mai fatto guai) ma insofferente ad ogni costrizione.Sono quella che s’incanta davanti alle stelle,alle albe e ai tramonti ed al grido di qualche uccello notturno.E guardo con fraterna ammirazione il falco che ,maestoso ,vola in alto,schivo ma partecipe di quest’immenso cielo dove domina indisturbato.M’indigno ancora davanti alle ingiustizie e al dolore e sono andata sempre dove il cuore mi ha portato.La sera ha portato un po’ di pioggia .Il gatto si accoccola accanto ed è anche arrivata mia figlia.Ride con suo padre non so di cosa ed è di nuovo speranza e pace ed ho di nuovo vent’anni.

Standard