riflessioni ed attualità, Senza categoria

L’anno che verrà

Non sapevo se avessi trovato tempo e testa per scrivere,ma ora è un momento di pausa:non cucino,non è in moto la tv,marito uscito e figlia e fidanzato che vedono un film in un’altra stanza.Sta andando via il 2015 che ha portato a me novità anche positive ed al mondo una serie di cambiamenti non tutti comprensibili,non tutti belli:il caos nel mondo arabo innescato non si sa da chi,le stragi,guerre sempre più feroci di cui sappiamo notizie frammentarie e ben filtrate che una tv non sempre veritiera ci propina,gli sbarchi e ,spesso,i naufragi della speranza e questo mondo sempre più diviso tra chi è estremamente ricco e potente e chi è dannatamente povero ed indifeso.E’ stato un anno in cui si è messo in discussione un sistema di economia e di vita aldilà dei proclami di un premier farneticante e che rappresenta solo i poteri forti.Stamattina,nel mio microcosmo,ho visto negozi stracolmi di gente(ma solo per i generi alimentari),gente distratta ed ingrugnita(un tempo si notavano fatuità e benessere),auto che correvano chissà dove o sembravano impazienti di arrivare chissà dove in un traffico moderato.Ecco cosa ho notato stamane:la carenza della dimensione umana.Così trovi il bancarellaro ed un negoziante che vogliono propinarti fichi secchi di scarsa qualità conditi col miele o zuccheri vari,fetenti e mollicci:”Signò,ma che dicite?!Chist’ ‘e facimm nuje ‘a casa!”.Non è vero,ribatto…queste sono fetenzie industriali passate(se tutto va bene)per forni industriali a vapore e poi condite con aromacci vari.I veri fichi essiccati al sole e poi passati al forno sono un’altra storia(di solito me li porta BUONI mio fratello-li prende nel Cilento- e noi sempre li compriamo-BUONI- a Vico in un’antica salumeria)…non compro alcunchè e vado oltre.Vado in pescheria e faccio rifare il conto…ed infatti il giovanotto(forse per la ressa?)aveva sbagliato a suo favore.Passo in farmacia per un farmaco da banco e lì ,dopo una fila di 15 minuti,assisto involontariamente ad una scena che mi ha dato da pensare.Davanti a me una donna,età indefinibile ma forse una trentenne,ordinata ma sicuramente con problemi o economici o di vita o entrambi e vedere la farmacista che non voleva darle i medicinali solo perchè alla somma mancavano 50 centesimi e spulciare tra le ricette della malcapitata  per capire se le dovesse rimborsare o meno una precedente spesa, ha fatto rinascere in me la persona irruente dei vent’anni…ma mi sono autocontrollata.Intanto c’era folla anche lì,in farmacia…ed io,adirata per quello che avevo visto,ho preso il mio farmaco e sono andata via senza contare il resto:solo in auto mi sono accorta che il farmacista mi aveva dato un resto’a suo favore’.Stiamo peggiorando come Esseri umani…Ecco…ecco uno spaccato di microcosmo…nulla fa sì che possiamo sperare che la gente cambi…Ognuno  vive nella sua isola,cercando di salvarla anche con atti da pirati,badando al proprio tornaconto e,se può,cercando di furare gli altri.Ora vi lascio…vado incontro al mio fine d’anno ed auguro a tutti ed a me che iniziamo a guardare il nostro prossimo ma anche la Natura e gli animali con altri occhi:con pìetas che implica  amore, compassione e rispetto…e forse solo così l’Esistenza sarà più facile per tutti.Ricominciamo da domani una vita degna di questo nome.Buon 2016 a tutti!

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...