riflessioni ed attualità, Senza categoria

Penisola sorrentina e dintorni:il cemento.

Inizio dal cemento…è il primo dei miei articoli dedicato ad un luogo che amo e perciò:”J’accuse!”

Sono nata e vivo in Penisola Sorrentina,luogo dipinto da sempre con territori ameni ,panorami mozzafiato e coste meravigliose (almeno nell’aspetto).Fino agli anni ’60 il tutto era quasi incontaminato:ampi giardini di arance e limoni si aprivano su borghi ameni e la gente viveva di agricoltura e terziario e il mare era pulito.Poi è iniziata la corsa al denaro e l’avidità(di soldi e potere) di taluni miei conterranei ha portato ad una selvaggia urbanizzazione non tenendo conto,spesso,nè del territorio nè di quell’etica che porta a comprendere che un kilo di cemento non vale un limoneto.E così,spesso per fini speculativi più che per discutibili bisogni personali,taluni hanno stravolto Sorrento e tutti gli altri Paesi della Penisola con brutte costruzioni (di solito)e fuori sintonia rispetto al complesso territoriale ed architettonico .Anche gli antichi palazzi non sono sfuggiti al degrado:ceduti a gente senza scrupoli,sono ora dei resort o sono stati sventrati per ottenere quanto più spazio abitativo possibile .Anche dai sotterranei hanno ottenuto loculi che nulla hanno di case:umide e senza luce.I piani nobili divisi in mini appartamenti con orribili soppalchi che oggi ai fini di un’eventuale vendita non valgono alcunchè abbassando gli alti soffitti spesso con decori antichi coperti vergognosamente. e sottotetti alzati per farli passare per mini mansarde.Ed il tutto perchè?Per guadagnare il più possibile da ‘polli’ che venivano derubati(visti i prezzi di un tempo)e che cercavano  ‘casa’ in Penisola.Ma,questo,col permesso di chi?Di Piano,negli anni ’60 esisteva poco ,poi hanno creato nuove palazzine a mo’ di cooperative per la maggior parte,a costo zero per i costruttori (Cassa per il mezzogiorno e simili)e con quattro soldi per chi comprava.Spesso erano e sono  strutture fatte coi piedi e con progetti di architetti non locali ripresi e passati per propri da architetti locali.Palazzine fatte in economia e male per favorire nuove clientele elettorali e riempire le tasche dei costruttori.Il boom del mattone,la ricerca di case in Penisola da chi abitava in luoghi ‘a rischio’ fece sì che ogni proprietario di casa credesse di avere un piccolo tesoro grazie anche a vendite facili date anche da riciclo di denaro sporco.Così ognuno o quasi ha sopravvalutato ciò che aveva ottenuto per la prima volta in vita sua:il cemento che copriva la testa.Ma per molti non bastava:si doveva avere altro cemento per fini speculativi. Ed in nome del ‘mattone’ intere zone collinari sono state preda di abusivismo orrido,strutture lasciate lievitare con gli occhi chiusi degli amministratori locali estirpando ulivi secolari,agrumeti e rendendo brutto il panorama.A volte,andando verso Massa,mi rendo conto cosa non hanno fatto lungo una costa meravigliosa come quel villaggio che ha fagocitato anche la spiaggia sottostante in località San Montano(orribile a vedersi,tra l’altro)….e così fino oltre Punta Campanella:costruzioni che sono un pugno nell’occhio per chi va per mare.Il problema è a monte:”Chi ha permesso tutto ciò?”Ora le case valgono il giusto prezzo:nessuno investe più per un’abitazione che ora vale la metà rispetto al 2006.Il mercato si è ridimensionato e c’è chi ancora spera nei tempi di Pappagone…ma non è così;le tendenze di investimento finanziario vanno altrove e difficilmente si tornerà alle antiche supervalutazioni.Anche chi comprava ad occhi chiusi con denaro non lecito,guarda altrove.Ognuno pensa:”Se io ora compro un immobile per tot,devo essere sicura che domani lo posso vendere a tot + tot che oggi è cosa impossibile.Ma questo non si deve dire in zona,per carità!Proprio qualche giorno fa da persona presente all’atto di compravendita,ho saputo che una casa che ,secondo chi l’aveva comprata(non so perchè anche da chi l’aveva venduta),era costata 500000 euro.Invece la casa era stata pagata 350000 euro.Anche un tantino in più del valore,direi,conoscendo tipologia dell’immobile(90 mq con posto auto coperto).Ma,per carità…che non si dica!Qui tutti vogliono illudersi di avere fatto un giusto investimento anni fa o di aver ereditato oro e non vile tufo o cemento!Ora,i loculi che un tempo fittavano ai villeggianti restano vuoti in attesa di vendite che non ci saranno mai(ognuno vuole investire-se succede- in una casa degna di questo nome).Tra l’altro,è cambiata anche la tipologia di vacanza:non esiste più il mese di vacanza familiare in un solo luogo e poi,perchè pagare tanto per un mese in un posto dove costa tanto il fitto temporaneo,costa il mare(inquinato-ma di questo parleremo a parte-) e costano ristoranti e locali?A questo punto per una vacanza lunga si scelgono altre mete e si paga la metà.Così i loculi restano vuoti,si cerca di vendere o fittare ma spesso non si ha risposta.E così anche chi ha costruito abusivamente dice:”Io ho avuto il coraggio di farlo”.Coraggio di che?Di violare la legge col beneplacito dell’amico o parente in Comune?No,caro…non hai avuto nessun coraggio:sei un fuorilegge come fuorilegge è chi non ha ordinato l’abbattimento .Ma poi,se non c’è una casa di proprietà,perchè devo entrare nell’illegalità costruendo abusivamente?Il fitto(sono scesi enormemente in Penisola)congruo,no?Se davvero eravate e siete coraggiosi,avreste dovuto fare una rapina.Ecco..Il principio è uguale:tizio non ha soldi,tizio non pensa a darsi da fare per lavorare,tizio decide di ottenere i soldi con una rapina.Il principio è identico solo che con una rapina si rischia in prima persona ed il male(se non uccidi)lo fai a te stesso…con una costruzione abusiva deturpi il paesaggio,spianti alberi e dai anche meno stabilità al terrazzamento(tra l’altro molte di queste costruzioni sono senza fondamenta e fatte in una notte)ed il male lo fai alla Natura e alla Comunità.Comunque delinqui.Ed il problema è sempre:”Chi ha permesso tutto?”.Poi chiaramente le fogne costano e quindi molti ‘abusivi’ incanalano negli splendidi(una volta) valloni ora divenuti quasi fogne a cielo aperto e che portano a mare ogni cosa…Che coraggio!Davvero:bravi!…Mio padre se avesse voluto,negli anni ’60 avrebbe cementificato intere piane di limoni…non ha mai voluto!Cos’era?Mancanza di coraggio o senso etico?Ora il tutto è stagnante…Le agenzie immobiliari sono piene di vendesi da mesi e mesi…qualcuno vorrebbe fittare ora,ma i fitti alti giacciono lì,nelle bacheche immobiliari e così le richieste astronomiche di vendita…Solo a Sorrento,ho visto(ho più di cinquant’anni e la cosa mi è nuova)oltre 30 negozi col fittasi e vendesi.Non vi parlo poi dei parcheggi sotterranei!Piccoli spazi che fino a 10 anni fa venivano comprati per 50000 e 70000 euro e che ora,volendo vendere,non hanno manco il valore di 20000 euro e restano invenduti…Parcheggi che ,in molti casi,hanno risposto più al business che ad esigenze reali della popolazione. Avete voluto troppo ed avete sfruttato male un territorio d’oro…e queste sono le conseguenze.E ricordate:il Mondo,quello vero,non finisce al Ponte di Seiano,ma inizia di lì.Ridimensioniamoci,please…e cerchiamo di consegnare al meglio ciò che è rimasto della grande bellezza ai nostri figli.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...