favole, Senza categoria

Lettera alla Befana

La gente ti chiama Befana,ma mi piace sognare che tu sia uno spirito buono che porta novità e gioia e che aiuti gli Esseri umani a trovare serenità ed anche momenti di luce.Ed è per questo che ti chiedo di sollevare sulla tua scopa i bimbi caduti in mare da sordide barche in cerca di vita e di portarli in luoghi  pacifici dove possano vivere i loro anni senza fame nè guerre e di raccontare a loro favole antiche dove il bene vince sempre e di cullare i loro sogni.Ti chiedo di suggerire ai violenti di ritrovare la dolcezza dell’infanzia perchè abbiano pietà nei loro cuori,di far comprendere ai potenti che l’Uomo è un fine e non un mezzo.Per noi,per il  nostro microcosmo, chiediamo serenità ed una futura vecchiaia felice.I doni,se ci saranno,saranno ben accetti ed ogni volta guarderò la stella splendente del mattino,dove immagino tu sia,e ti ringrazierò.Continua a  regalare sogni e a concedere favole e belle realtà a noi umani.

La bimba che un tempo ti lasciava la lettera su un terrazzo.Matelda.

Standard