riflessioni ed attualità

Falchi

 

24796339_10214780521448175_2659961700604934841_n

Guardo verso quest’immenso azzurro dove fino a qualche giorno fa vedevo volare maestosamente tre falchi…li ammiravo per quel senso di forza,bellezza e libertà che infondevano.Un giorno vidi qualcuno che giocava a tirassegno con loro … forse non furono colpiti ma mi adirai enormemente e lo scrissi in questo spazio.Da qualche giorno non sentivo i loro richiami ed ho pensato che avessero cambiatozona di caccia.Abito in Costiera sorrentina ed ieri lessi una notizia,da un giornale locale, del ritrovamento delle carcasse di tre falchi sulla spiaggia di Meta.Mi piace pensare che sia una notizia non vera e che quei tre falchi che ammiravo, continuino il loro volo maestoso chissà dove…Se,invece, la notizia fosse vera, dico solo che provo dolore e impotenza e che chi ha compiuto questo gesto sia un imbecille e frustrato a cui un giorno la Vita presenterà il conto…e sarà salato…molto salato.

Annunci
Standard
poesia

Autunno

E tutto resta lì

chiuso nel ricordo

di un attimo fuggente.

E l’oggi è già ieri

ed i momenti lasciano

ricordi come polvere

che il vento

porta via.

E tutto ,tra anni,

apparirà

tra sorrisi rugosi e stanchezza

ed ogni cosa sembrerà

remota

ed ogni ricordo sarà accompagnato

da una lacrima e da un sorriso

aspettando che tutto trascolori

e sparisca

nel vortice del tempo.

 

by Mathy

Standard
poesia

Ottobrata

Nubi sul monte

tra richiami lontani di uccelli notturni

tessono nebbie velate che vestono

lente

questo spazio di mezzo

tra i monti ed il mare.

Volano piano

pensieri e sussurri di oggi e di ieri

velati dal tempo e dalla nebbia sottile.

La nebbia ora lacrima

gocce di pianto

e

 la nuvola sul monte

lascia spazio alla luna.

 

by mathy

Standard
Storie

Oggi 29 settembre

Mi raccontavi di cose antiche passeggiando per Sorrento,tua città natale.Ed io,bambina,ascoltavo fatti e leggende riguardanti luoghi e persone che mi sarebbero rimasti intatti nella mente.Molte volte,dietro una storia ,era visibile un insegnamento o un esempio da seguire o da evitare.Ti ricordo,inappuntabile, col tuo lino irlandese sempre stropicciato in estate e quei vestiti un po’ English in cachemire o vigugna nella stagione fredda.E ,all’occorrenza,mi facevi scegliere la cravatta(che odiavi) e la camicia da abbinare.Ho imparato da te e mamma il senso del bello…della pacata eleganza nei modi e nel tutto,dell’umiltà.Con me non hai mai alzato la voce(forse non ce n’era bisogno) ed eri orgoglioso di ogni cosa facessi.Hai sempre detto che è importante poter riposare con la coscienza tranquilla e che basterebbe mettere in atto i comandamenti per vivere bene.Ero nata quando tu avevi più di cinquant’anni e mi consideravi ‘il più bel regalo della tua vita’.Il giorno di San Michele era festa grande e spesso,a pranzo venivano parenti e amici oppure ci portavi a ristorante:quello antico,di un tuo amico.Il tempo passa in fretta,tu sei andato via presto e ci si ritrova adulti e poi genitori…Il tempo passa…potrei dire:”Auguri,dovunque tu sia” ma non è da me…sarebbe solo uno stereotipo da social.Il fatto che ti abbia ricordato il giorno del tuo onomastico,vuol dire già che le persone rimangono per sempre nella nostra mente.A proposito,mia figlia assomiglia a suo padre ma ha il tuo sguardo,gli occhi miei e della tua famiglia:l’immortalità…

Standard
Riflessioni

Frustrazioni,cattiveria e quant’altro

Verissimo…l’ho sperimentato sulla mia pelle;ma tutto questo ha rafforzato,col tempo,il mio carattere e la mia autostima,nonostante l’amarezza per i comportamenti altrui.Non credo di essere perfetta…assolutamente.Credo,però,di aver incontrato un’Umanità varia (tra cui tante belle persone) che nel bene e nel male hanno contribuito al mio presente.Ogni cosa che accade,serve alla nostra crescita e,se c’è del buono in noi,al nostro miglioramento morale.È un brano di una brava scrittrice :Sa Shan.21616374_10214170059267002_8568196225215563724_n

Standard
riflessioni ed attualità

Un’orsa

Kj2 era un’orsa che viveva nei suoi boschi in Trentino.Veramente era stata portata lì dalla Slovenia con altri suoi simili per ripopolare queste zone…e coi fondi della Comunità Europea(un bel business come al solito).Un po’ alla volta poi,ottenuti i fondi, qualche orso,tacciato di essere un pericoloso killer o per ‘casuali’ battute di caccia,è stato eliminato.Non voglio fare di un’erba un fascio,ma credo che molti trentini non rispettino madre Natura nè la vita o per vile denaro o per vile sete di sangue.E l’uccisione di un’orsa colpevole di aver difeso(forse)il suo territorio come fa qualsiasi animale,ne è la prova.Andare in Trentino?Grazie,no.Preferisco i monti dell’Alto Molise e le ridenti valli da Scanno in su in Abruzzo:in questi luoghi (escluso rare vicende di bracconaggio che vengono sanzionate e disprezzate)sanno come vivere nel rispetto di altre specie viventi.Vergogna!

Standard